Tesi di Laurea 2007: i piani della luce

I Piani della luce: uno strumento per una pianificazione “ecocompatibile” dell’illuminazione pubblica
dell’illuminazione pubblica
Relatore: Prof. Virginio Bettini
Studentessa: Luciana Minguzzi Matricola 253286

UNIVERSITÀ IUAV DI VENEZIA
Corso di Laurea Specialistica in Pianificazione della Città e del Territorio (SPIC)
Anno Accademico 2006-2007

PREMESSA
Il lavoro che presento, nasce da una forte motivazione: riuscire a dare una risposta, dal punto di vista della pianificazione, ad un aspetto, quello dell’illuminazione urbana, che non può più essere ignorato, se non altro per i numerosi legami che ha con la stessa pianificazione territoriale; il risparmio energetico, il risparmio economico, la riduzione dell’inquinamento luminoso, la diminuzione di anidride carbonica immessa in atmosfera, la ricerca dei significati e dei diversi risvolti che l’illuminazione ha per la città e per chi vive la città, la pianificazione degli interventi d’illuminazione in coerenza al contesto urbano in cui si inseriscono, l’importanza dell’esistenza di uno Strumento urbanistico dedicato; tutti questi aspetti e altri ancora, vogliono essere affrontati in questo elaborato.
Tenendo conto della complessità del tema e delle difficoltà nell’affrontarlo, poiché, tra i diversi argomenti, quelli più tecnici (di illuminotecnica in particolare), non sono di competenza di chi scrive (perciò in parte hanno rappresentato un limite), si offre un lavoro che mi auguro possa essere un tassello in più, una suggestione vista attraverso gli occhi di un urbanista, per svelare una sfaccettatura, la percezione notturna, dell’identità di un sistema, quello urbano, complesso e in continua evoluzione.
Ciò che ha ispirato questo elaborato, è stata la curiosità di conoscere meglio un tema, quello dell’inquinamento luminoso, quanto mai d’attualità.
Il lavoro poi si è sviluppato quasi a ritroso, intraprendendo percorsi diversi e spesso mettendoli in discussione (a testimonianza di quanto appena scritto, infatti, la questione riguardante l’inquinamento luminoso, si sviluppa nella parte centrale dell’elaborato).
Il tentativo che ho cercato di fare, è stato quello di avvicinarmi all’argomento, consultando fonti diverse e spesso anche agli antipodi, per quanto riguarda la “visione” rispetto al tema. L’intento, infatti, è quello di proporre un lavoro che, senza “sposare” né le vedute più “filosofiche” degli astrofili, né quelle più pragmatiche e probabilmente particolarmente interessate dei soggetti produttori, valuta dati oggettivi, offrendo diversi spunti di riflessioni che hanno origine dalla pianificazione della città e del territorio.

Scarica la tesi:  I Piani della luce: uno strumento per una pianificazione “ecocompatibile” dell’illuminazione pubblica

INDICE

1 Premessa: scopo, metodo e limiti pag. 001
2 Luce: energia, ambiente, pianificazione pag. 005

2.1 Panoramica su Kyoto pag. 005
2.2 La condizione energetica del nostro paese pag. 013
2.3 Bilancio economico su base ambientale pag. 017
2.3.1 Le “responsabilità” imputabili all’illuminazione pubblica pag. 021
2.4 Illuminazione urbana: alcuni aspetti interessanti pag. 028
2.5 L’urbanistica della luce pag. 032

3 Il Piano Regolatore comunale dell’illuminazione pag. 049

3.1 Introduzione pag. 049
3.2 Obiettivi, esigenze e motivazioni pag. 050

4 Linee guida generali per l’elaborazione del Piano (PRIC) pag. 053

4.1 Premessa pag. 053
4.2 Inquadramento territoriale pag. 053
4.3 Cenni storici ed evoluzione dell’illuminazione sul territorio comunale pag. 054
4.4 Aree omogenee pag. 054
4.5 Zone di protezione dall’inquinamento luminoso pag. 055
4.6 Illuminazione del territorio: censimento e stato di fatto pag. 055
4.7 Classificazione della viabilità pag. 060
4.8 Pianificazione adeguamenti pag. 062
4.9 Soluzione integrata di riassetto illuminotecnico del territorio pag. 065
4.10 Pianificazione degli interventi, valutazioni economiche e piano di manutenzione pag. 069
4.11 Elenco Allegati pag. 071

5 La pianificazione del risparmio energetico in funzione dell’inquinamento luminoso: l’apparato luminoso pag. 133

5.1 Il quadro legislativo globale e le linee di tendenza pag. 133
5.2 Le norme UNI: 10819 – 10439 – EN 13201 e DIN 5044 pag. 135
5.3 Il quadro legislativo nazionale e regionale pag. 143
5.4 La Legge regionale della Lombardia n. 17 del 27.03.2000 e
successive modifiche pag. 144
5.5 Il panorama normativo regionale in tema di inquinamento
luminoso e risparmio energetico pag. 147
5.6 Alcuni finanziamenti possibili pag. 150

6 Norme tecniche e buone pratiche pag. 156

6.1 Gli impatti negativi correlati al mancato recepimento delle buone pratiche pag. 156
6.2 Gli accorgimenti nella progettazione degli impianti: le buone pratiche pag. 172

7 Caso studio: il Piano della luce di Casola Valsenio (Ra) pag. 219

7.1 Premessa pag. 219
7.2 Analisi dello stato di fatto pag. 221
7.3 Classificazione illuminotecnica del territorio pag. 230
7.4 Attuazione pag. 232
7.5 Gestione della luce pag. 246
7.6 Valutazioni energetiche pag. 247
7.7 Piano di intervento pag. 251
7.8 Il bilancio del caso studio pag. 255

8 Conclusioni pag. 258

9 Bibliografia pag. 261

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *