Ottimizzazione impianti: quale parametro di efficienza energetica?

Le scelte di Light-is sono piuttosto chiaramente descritte nella sua carta etica ma non a tutti potrebbero risultare chiare le motivazioni:

·         utilizzare, se non asserviti a percorsi ben definiti, come parcheggi, piazze, grandi aree e parchi, apparecchi e sorgenti che garantiscono un valore del parametro di rendimento fotometrico e di efficienza energetica dell’impianto Rf inferiore o uguale a 4.5, dove Rf è inteso per 100lx come il rapporto fra potenza nominale Pn della sorgente (o sorgenti di un apparecchio) e i metri quadrati della superficie S di calcolo, secondo la normativa di settore, riferito agli illuminamenti della classe Cl di progetto (Rf = Pn  x 100/(S x Cl)).

 

·         utilizzare, se asserviti a un percorso stradale, ciclabile e/o pedonale, fatte salve le prescrizioni di lampade con la minore potenza installata in relazione alla classificazione del territorio, apparecchi che garantiscano rapporti tra interdistanza e altezza delle sorgenti luminose, non inferiori al valore di 3.7, posizionati lungo un solo lato della carreggiata o del tracciato da illuminare. Impiegare soluzioni alternative, anche bilaterali frontali, quinconce, solo in presenza di ostacoli e/o interferenze, quali alberature o strade tortuose, o per carreggiate superiori a 10m di larghezza, verificando però che il parametro Rf, precedentemente definito, sia inferiore a 4.5 (fattore di conversione 1cd/m2=15lx).

 

Questo articolo ha lo scopo di far luce su queste motivazioni, anche per coloro che avvicinandosi a light-is fossere spaventati da questo cambio epocale introdotto dall’associazione e fossero frenati all’aderirvi.

Si cercherà di capire:
1- Se esiste un numero magico che si può porre come elemento di distinguo fra impianti buoni ed efficienti ed impianti pessimi e inefficienti,
2- Se l’ormai vecchio valore interdistanza altezza minimo di 3.7 in ambito stradale è superato,  e come,
3- Se l’Europa ha preso un’altra strada e se la Carta Etica della luce è in contrasto con quanto sta facendo l’Europa, o ancora se l’Europa sta facendo di meglio rendendo innutile tale CartaEtica.

scaricate il documento: Parametro di efficienza energetica

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *